Golf sotto l’Atlante

Golf sotto l’Atlante

Marrakech: la splendida città imperiale dalle caratteristiche mura rosse è il traguardo del Double Race to Marrakech, circa tre ore di volo per immergersi nelle atmosfere del Nord Africa e farsi rapire dal fascino ammaliatore della città. Emozionante la vista delle cime dell’Atlante coperte di neve stagliarsi in un cielo terso illuminato dal sole, mentre si percorrono i sentieri che si snodano nel palmeto tra palme secolari, cammelli sonnolenti che si scaldano al sole, residenze principesche e Resort con campi da golf dove si ritrovano giocatori di tutta Europa. Ben 14 i campi da golf che circondano la città di Marrakech: accanto a quelli storici, i nuovi percorsi, alcuni appena inaugurati e altri in fase di ultimazione, un vero paradiso per gli appassionati! Al golf de Le Palmeraie prova campo e finale, gestione e organizzazione perfetta, caddie a disposizione dei giocatori, percorso tecnico e divertente: davvero l’ideale per giocare una finale di golf! Per i finalisti occasione da non perdere quella di riuscire a giocare su più percorsi possibili, fatiche golfistiche intervallate da qualche ora in piscina e soprattutto dalla piacevolezza di pranzare all’aperto, gustando le prelibatezze della cucina marocchina del Resort dove il gruppo ha soggiornato per tutta la settimana. Un po’ di relax prima di immergersi nelle colorate e caotiche vie del suk alla ricerca di un ricordo che una volta a casa riesca a far rivivere quell’atmosfera affascinante, guidati dal profumo inebriante dell’ambra, dal gusto forte delle spezie, dal richiamo dei negozianti. Dopo contrattazioni estenuanti, soddisfatti dei propri acquisti, il piacere infinito di godersi la piazza Jamaa el Fna al tramonto che si appresta ad un’altra notte di festa, sentendo il richiamo alla preghiera dal minareto de La Koutoubia e sorseggiando un te alla menta. Il giorno della Finale il sole ha riscaldato l’aria della fredda notte marocchina, regalando una giornata spettacolare e unica. Consegna score sulla bella terrazza della club house e appuntamento in hotel per la cerimonia di premiazione. Prima coppia netto Giovanni Badi e Stefano Bellacci di Montelupo con 43 punti, prima coppia lordo Giovanni Dassù e Alvise Fabrizio con 36 di Villa Condulmer, seconda coppia netto Riccardo Marinelli e Fabrizio Terenzi di Castelgandolfo con 40. Due giorni ancora per visitare le bellezze della città, spingersi sino ad Essaouira, cenare nei Riad più famosi della Medina dedicarsi all’esperienza dell’hammam e giocare ancora a golf. L’ultima sera è stata salutata con la cena marocchina riservata al gruppo nel ristorante del resort con aperitivo nell’aranceto, accompagnata da musica etnica dal vivo…. Il ricordo di una settimana indimenticabile

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.